In occasione dei 70 anni della morte del Dr. Edward Bach, avvenuta il 27.11.1936, abbiamo pensato di aprire questa nuova pagina che vuole essere un'opportunità di informazione e scambio.
Chiunque abbia voglia di collaborare con notizie, segnalazioni, racconti di esperienze o altro ancora, può contattarci al numero +41 079/158 14 83 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A colloquio con Erica Savioli, esperta in naturopatia e floriterapia, che espone caratteristiche e potenzialità dei Fiori australiani, le piante fiorite del bush, per favorire uno stato di salute, armonia e benessere.

 

Dr.ssa Savioli, qual’è il percorso umano e professionale che l’ha portata a occuparsi dei Fiori australiani?

La mia attività professionale nel campo delle terapie naturali ha avuto inizio circa dodici anni fa, in uno studio di medicina naturale. Oltre ad avere frequentato un corso quadriennale in naturopatia, ho conseguito un master in floriterapia e il mio primo contatto con i Fiori australiani è avvenuto in Inghilterra, dove sono molto conosciuti e utilizzati. In seguito, ho avuto l’opportunità di trascorrere lunghi periodi in Australia, entrando nel vivo di questa affascinante realtà e potendo vederla, sentirla, valutarla e apprezzarla nei luoghi stessi in cui crescono questi fiori. Ho conosciuto e lavorato direttamente con il dottor Ian White, il fondatore di questa disciplina, e con la dottoressa Jill Illot, di cui mi considero allieva. Entrambi vengono in Italia ogni anno per tenere corsi e seminari di formazione e aggiornamento sui fiori e su tutto ciò che avviene di nuovo nel mondo della floriterapia australiana. Ormai da anni il mio impegno professionale è dedicato alla diffusione e divulgazione in Italia di questo approccio terapeutico e della sua filosofia. Ho tradotto in italiano i libri di Ian White e mi occupo direttamente di formazione, tenendo corsi sui Fiori australiani nelle scuole di naturopatia e di floriterapia di tutta Italia.

 

L'articolo che segue riporta l'esperienza vissuta da Antonella Napoli nell' Associazione della Sclerosi Multipla della Repubblica di San Marino, all'interno di una equipe formata da un neurologo, una psicoterapeuta, un massofisioterapista e lei come floriterapeuta, sotto la direzione della dottoressa Susanna Guttmann.

Antonella Napoli è una floriterapeuta con alle spalle tre anni di studio in naturopatia e tre in floriterapia, attualmente è iscritta alla Facoltà di Psicologia.

Che cos’è la sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una malattia autoimmune demielinizzante cronica ad andamento lentamente progressivo a localizzazione multifocale disseminata in diverse aree del sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) che impedisce la trasmissione degli impulsi lungo le fibre nervose.

intervista a Romana Poncioni, naturopata e pedagogista

Le essenze floreali possono essere somministrate ai nostri amici animali?

Certamente, gli animali reagiscono molto bene e velocemente alle cure e ai rimedi naturali. Tra i numerosi rimedi che si possono somministrare come i fitoterapici, i sali di Schüssler, gli oligoelementi, gli omeopatici,.. ci sono anche le essenze floreali.

Con le essenze dei Fiori di Bach, dei fiori californiani e dei fiori australiani del Bush possiamo aiutare i nostri animali sia a livello fisico sia psichico.

 

Fiori e Pietre - Come curarsi con le pietre e i fiori di Bach

di Michael Gienger

Crisalide Edizioni

Negli ultimi anni i metodi terapeutici che si basano sull’uso delle pietre e dei fiori di Bach hanno trovato una larga diffusione, e di fatto, oggi vengono spesso utilizzati in associazione fra loro.

Questo libro mostra le potenzialità ed i limiti dell’uso combinato di queste due terapie, che pur avendo molti elementi in comune posseggono caratteristiche alquanto differenti.

Fiori e Pietre - Come curarsi con le pietre e i fiori di Bach

di Michael Gienger

Crisalide Edizioni

Negli ultimi anni i metodi terapeutici che si basano sull’uso delle pietre e dei fiori di Bach hanno trovato una larga diffusione, e di fatto, oggi vengono spesso utilizzati in associazione fra loro.

Questo libro mostra le potenzialità ed i limiti dell’uso combinato di queste due terapie, che pur avendo molti elementi in comune posseggono caratteristiche alquanto differenti.

.. continua da Ansia e depressione: il male di vivere - 1a parte

Il Disturbo Affettivo Stagionale

C’è poi un tipo di depressione caratteristica dei mesi invernali – il SAD, Disturbo Affettivo Stagionale – una condizione di disagio psicologico legata alla scarsità di luce solare, alla scarsa esposizione alla luce solare nei mesi invernali, e che trova giovamento in una combinazione di essenze: Mustard per la malinconia, il senso di tristezza e inquietudine; Scleranthus per la ciclicità di un evento che si presenta a cadenza stagionale; e un fiore del repertorio californiano, St.John’S Worth o Iperico, che agisce positivamente su tutti gli stati depressivi da carenza di luce (questo rimedio viene molto utilizzato nei paesi nordici).

È interessante notare come Mustard e Iperico siano fiori di un intenso color giallo, molto luminosi, esprimono una simbologia di solarità e luminosità.

Approccio floriterapico ai disturbi ansioso-depressivi

di Maria Elisa Campanini Per gentile concessione dell'autrice siamo autorizzati a pubblicare il testo della sua conferenza tenuta a Milano davanti alla Fondazione Ginevrina per l'Educazione e la Ricerca Medica, nella primavera del 2004.

1a parte

La malattia secondo Edward Bach

Depressione, ansia e attacchi di panico sono disturbi sempre più diffusi in tutto il mondo occidentale, in continuo aumento negli ultimi anni. Secondo uno studio recente quasi il 34% degli italiani soffre di un disturbo ansioso o depressivo. La medicina convenzionale le considera come malattie a sé stanti e tende a trattarle con terapie farmacologiche, combattendone i sintomi con un ricorso massiccio agli psicofarmaci, senza però tener conto dell’aspetto esistenziale, sociale e affettivo del malato.

Martedì 6 marzo 2007 dalle 13.00 alle 13.30 alla radio su RETE UNO.

Dopo il grande successo della prima intervista a grande richiesta Marcella Saponaro continuerà a parlare sul tema "Disturbi ginecologici femminili curati con la floriterapia e in special modo con i Fiori di Bach.

Martedì 27 febbraio 2007 dalle 13.00 alle 13.30 alla radio su RETE UNO

Appuntamento da non perdere

La dottoressa Marcella Saponaro,conosciuta ginecologa e floriterapeuta, sarà intervistata durante la consulenza: "Benessere e salute" da Cristina Bonzanigo sul tema "Disturbi ginecologici e conflitti interiori"

L’utilizzo del potere terapeutico delle essenze floreali è un’arte antica, comune a molte culture. Il terzo millennio ci mette nelle condizioni di affrontare problematiche fisiche, mentali, psicologiche ed emozionali dalle nuove caratteristiche.

È proprio su questi nuovi aspetti che i fiori australiani esercitano le loro forti proprietà e rappresentano l’ultima generazione di rimedi floriterapici.

Ian White, naturopata e omeopata, e la sua equipe hanno perfezionato questi estratti floreali i quali, agendo sulla dimensione energetica dell’uomo, hanno dimostrato di migliorare il benessere psicofisico, le capacità di armonizzare dell’organismo, la creatività e le relazioni interpersonali.

Xenia Edizioni

Questo libro, apparso di recente in libreria ha la caratteristica di essere il primo testo che applica la floriterapia al mondo degli anziani.

L’autrice, fa un esame approfondito del mondo della terza età analizzando le diverse situazioni conflittuali in cui l’anziano, e chi gli è accanto, si possono trovare.

Nella prima parte del libro vengono descritte brevemente le varie tipologie di anziano e la visione da parte di Bach dell’uomo, della malattia, in breve della sua filosofia.

Nella seconda parte, invece, indica i rimedi floreali che possono aiutare l’anziano depresso, ansioso, insonne, smemorato e in altri suoi stati emotivi.

 

 

Intervista alla Dottoressa Marcella Saponaro

La floriterapia in ginecologia

La floriterapia permette di affrontare moltissime problematiche fisiche ed emotive legate al mondo femminile.

Ne parliamo con Marcella Saponaro, medico e chirurgo, ginecologa, specializzata in agopuntura e medicina psicosomatica, ha studiato ed approfondito la floriterapia di Bach e la gemmoterapia.